Ultimo aggiornamento
domenica, 21 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, l’opposizione invia gli atti del Bilancio comunale alla Corte dei Conti. Anche la maggioranza chiede lumi

- Advertisement -

Gli atti del bilancio del comune di Milazzo sono stati inviati alla Corte dei Conti. Continua la diatriba sullo stato di salute delle casse del comune. I consiglieri di minoranza hanno espresso perplessità sulla gestione contabile che – in sostanza – in base a “condizioni variabili” si trova in stato di dissesto o meno, prendendo spunto anche da alcune osservazioni dei revisori dei conti. «Le tasse continuano ad essere al massimo delle aliquote come durante il dissesto – hanno sostenuto – ma poi si impiegano somme per le spese più disparate». Proprio per questo il leader dell’opposizione Lorenzo Italiano ha dichiarato di avere inviato gli atti al massimo organo contabile di controllo.

LA MAGGIORANZA CHIEDE LUMI. Dopo le critiche che i consiglieri di opposizione hanno mosso il consigliere Franco Rizzo assieme ai colleghi della maggioranza d’Aula ha chiesto ufficialmente al presidente Alessandro Oliva una seduta straordinaria di consiglio comunale per approfondire la situazione e “per avere chiarimenti in merito alle gravi perplessità espresse dall’opposizione”.

- Advertisement -

LE PERPLESSITA’ DELL’OPPOSIZIONE. «La situazione economica del Comune di Milazzo non è quella che oggi l’Amministrazione intende mostrare parlando di conti risanati», avevano detto i consiglieri Lorenzo Italiano, Alessio Andaloro, Damiano Maisano e Pippo Crisafulli. Un parere nato dopo avere letto la relazione inviata dai Revisori dei Conti a seguito di una dettagliata nota redatta dagli stessi esponenti di opposizione.

L’invio della Tari e del Servizio idrico dal 2016 in poi è avvenuto con un ritardo di ben 5 anni

«Oggi il Comune di Milazzo – dicono i consiglieri sulla scorta di quanto sostenuto dal Collegio – non è nelle condizioni di operare in totale libertà. Anche perché se così fosse si eviterebbe di vessare le famiglie milazzesi con una forte tassazione, mettere in ginocchio i commercianti milazzesi con bollette Tari che sono tra le più alte d’Italia, o ancora lascia l’Imu e altre tariffe al massimo previsto dalla legge. Ormai si è creata una vera e propria psicosi tasse per i cittadini che continuamente si ritrovano solleciti per tasse già pagate. Noi consiglieri di opposizione abbiamo presentato contestazioni contabili al bilancio 2024/26 ma siamo stati tacciati di ignoranza da parte dei Dirigenti degli uffici comunali. I Revisori invece hanno confermato in pieno tutte le nostre perplessità sui conti dell’ente e oggi ribadiamo quanto sostenuto in occasione dell’approvazione dello strumento finanziario. Quel bilancio è stato redatto in violazione dei principi contabili ed in quanto tale non risulta essere attendibile e veritiero e per questo andrà rivisitato nel rispetto delle norme giuscontabili. Non è stato fatto e questo creerà nel medio- lungo termine un nuovo danno al Comune e di conseguenza ai cittadini».

LA REPLICA DI MELLINA. Perplessità alle quali ha già risposto anche l’assessore alle finanze, Roberto Mellina contestando le affermazioni dei consiglieri di minoranza. L’assessore a proposito delle bollette ha voluto ricordare il “vuoto di quattro anni che ha caratterizzato l’emissione delle stesse, visto che la bollettazione e l’invio della Tari e del Servizio idrico dal 2016 in poi è avvenuto con un ritardo di ben 5 anni (2016 emessa nel 2021, 2017 nel 2022, e così via)”. Lo stesso Mellina ha comunicato che sono state avviate dagli uffici le procedure per l’affidamento in concessione delle attività di accertamento dell’evasione fiscale e di riscossione coattiva delle entrate comunali.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

Milazzo, Fondazione Lucifero: si dimettono il presidente e due consiglieri: «E’ una lotta contro i mulini al vento»

Terremoto alla Fondazione Lucifero: si sono dimessi stamattina con un unico documento il presidente Franco Scicolone e i consiglieri Gino Puglisi e Rosalia Schirò....

Milazzo, consegnati i diplomi della sezione Trasporti e Logistica dell’Itet Da Vinci. Ben 24 i centisti dell’Istituto. I nomi

Giornata densa di emozioni all'Itet Da Vinci, per la consegna dei Diplomi 2023/2024 agli allievi dell'indirizzo Trasporti e Logistica (“Conduzione del mezzo navale” –...

Da Sophia Loren a Gina Lollobrigida. A villa Vaccarino presentazione del libro “Maggiorate. Divismo e celebrità nella Nuova Italia”

IL 2024 è l’anno in cui Sophia Loren compie 90 anni (il 20 settembre) è anche quello in cui a Genova (il 28 e...