Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, multe al semaforo di San Giovanni: le telecamere spostatele a Ponente

- Advertisement -

RIFLESSIONI. A distanza di parecchi mesi dalla famosa vicenda del semaforo di via Livatino  abbiamo preso atto dell’annullamento dei verbali  nelle diverse sedi presso le quali sono stati presentati i ricorsi ma rimane l’amaro in bocca per tutti coloro che hanno preferito pagare le multe e “smistare” i punti patente da detrarre a familiari e parenti,. Ebbene questi non potranno né riavere i punti persi né le somme sborsate a meno di non promuovere adeguata azione giudiziaria individuale.

L’amministrazione comunale ha per tempo  preso le distanze e  gli opportuni provvedimenti  a seguito anche delle numerose mozioni presentate dal consigliere d’opposizione Damiano Maisano, dapprima bloccando il funzionamento  dell’impianto semaforico  già dai primi di luglio e successivamente – non so se è un caso – riposizionando il dirigente del corpo di polizia locale presso altro reparto. Ma dell’impianto acquistato dal predetto dirigente con trattativa diretta per circa 34 mila euro cosa ne è stato?

- Advertisement -

Non vi è notizia di incidenti avvenuti dalla disattivazione dell’impianto ad oggi tranne che per alcuni avvenuti proprio durante il periodo nel quale sono stati recapitati gli innumerevoli verbali consegnati con frequenza giornaliera a casa degli sventurati automobilisti. Quei pochi incidenti sono  avvenuti per la “sindrome da semaforo”  (tamponamenti per frenate improvvise) e per i quali parecchi cittadini hanno visto aumentare la rata delle polizze assicurative!!

Il semaforo di San Giovanni

Verbali pagati dai contribuenti, punti patente decurtati,  comando di polizia locale invaso dai cittadini, incidenti da “sindrome da semaforo”, premi assicurativi aumentati, ma chi pagherà per tutto questo oltre al danno erariale?

Ma soprattutto che fine farà adesso l’impianto semaforico peraltro montato nella sola direzione di ingresso a Milazzo contrariamente a quanto stabilito dall’atto di indirizzo dell’amministrazione comunale?

Il suggerimento? Che venga smontato e che venga utilizzato in un incrocio di maggiore pericolosità come quelli che da via S. Giovanni permettono  l’accesso alla riviera di ponente , quantomeno  il famigerato “Autostop HD”  servirà per la registrazione dei sinistri che da sempre avvengono in particolar modo nella stagione estiva.

 All’incrocio di via Livatino non serve e non serviva.

Tonino Pino
Comitato multe semaforo

Condividi su

Ultime notizie

Al castello di Milazzo domenica c’è il Darwin Day

“Darwin Day” domenica prossima – 3 marzo - presso...

Movida a Milazzo, troppe persone nei locali: questura eleva sanzioni e sospende le licenze

Controlli amministrativi ad opera dei poliziotti del Commissariato di Milazzo hanno...
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rotatorie a Botteghelle e Olivarella, si discute della nuova viabilità con l’assessore regionale Aricò

Alla Regione si parla delle rotatorie che dovrebbero essere realizzate nelle frazioni Botteghelle ed Olivarella. Stamattina rappresentanti del comune di Milazzo e San Filippo...

Bruciate le reti ad un pescatore, l’intervento dell’Anapi Pesca. «Calpestato il lavoro di chi rispetta le regole»

L’Anapi Pesca Sicilia esprime ferma e severa condanna per il grave atto intimidatorio compiuto nella notte del 23 febbraio a Rinella (Salina) nei...

Milazzo, nuova vita per un cavallo a dondolo abbandonato. Sarà donato al reparto di Pediatria

LA CURIOSITA'. Nuova vita ad un cavallo a dondolo ristrutturato da due artisti milazzesi protagonisti del connubio arte-solidarietà. Si tratta del maestro artigiano Bartolo...