Fondato da Gianfranco Cusumano

IL CASO. “Gettoni d’oro”, al Comune di Milazzo non si trovano i documenti. La denuncia dell’ex consigliere La Rosa

- Advertisement -

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Nel tempo si sarebbero persi i file del Piano regolatore generale, qualche progetto di opera pubblica e ora la lettera con cui nel 2014 si avviava il procedimento presso la Corte dei conti per l’aumento dei compensi dei consiglieri comunali ritenuti illegittimi, avvenuto nel 2001.

L’IRA DI LA ROSA. A sollevare il caso è l’ex consigliere comunale Antonio La Rosa il quale, avendo incassato l’assoluzione assieme agli altri 27 colleghi e 2 dirigenti che all’epoca ne avallarono l’aumento, ora chiede il risarcimento «per i danni causati alla propria reputazione e alla sofferenza patita a causa dell’ingiusta accusa».

- Advertisement -

La Rosa nelle settimane scorse, nell’intento di avviare a richiesta di risarcimento, ha chiesto ufficialmente al Comune di Milazzo copia della lettera del novembre 2011 scritta del segretario comunale pro tempore Giovanni Matasso con cui si diede avvio al procedimento alla Corte dei Conti. A rispondergli è stata l’attuale segretario generale, Andreina Mazzù, la quale, però, rivela con nota del 15 aprile scorso, che la lettera non si trova.

«Ho appreso con assoluto stupore che la nota da cui ha preso avvio l’istruttoria dell’indagine avviata dalla Procura della Corte dei Conti della Sicilia, per l’indebito percepimento dei gettoni di presenza, non è presente agli atti del Comune di Milazzo – spiega la Rosa a Milazzo 24 -. Il procedimento presso la Procura della Corte dei Conti di Palermo si è concluso nel 2014 con la mia assoluzione, unitamente a n. 29 Consiglieri comunali e Dirigenti, con sentenza irrevocabile.

Si tratta di un fatto assolutamente grave, rilevato che la nota del 10 novembre 2011 a firma dell’allora Segretario Generale e Dirigente del I° Dipartimento del Comune di Milazzo «non è reperibile agli atti d’ufficio nè tantomeno con ricerca al protocollo del Comune di Milazzo».

La segretaria Mazzù, aggiunge che «sarà più conducente per lo scrivente reperire la nota presso la cancelleria della Procura della Corte dei Conti» dimenticando che tale adempimento d’ufficio è in capo al Comune di Milazzo rilevato che il medesimo ente è ritenuto responsabile civile nei confronti dell’odierno scrivente per i danni causati alla propria reputazione e alla sofferenza patita a causa dell’ingiusta accusa». La Rosa ha richiesto nuovamente gli atti a Palazzo delle Aquile.

Antonio La Rosa

LA CONTESTAZIONE. Nel febbraio 2013 la Corte dei Conti aveva citato in giudizio i consiglieri che nel 2001 avevano votato quelli che erano stati battezzati dalla stampa “gettoni d’oro”. L’incremento del corrispettivo riconosciuto ai partecipanti delle sedute consiliari e delle commissioni era passato da 30 euro a 100, l’indennità forfettaria mensile era stata portata, invece, a circa 1100 euro. La Corte dei conti chiedeva 439 mila euro di risarcimento pari alle somme “indebitamente” pagate dal comune nel periodo 2007/2010, poiché il pregresso era prescritto.

IL CAVILLO. Nel 2014 la Corte ha assolto tutti per un cavillo: quando l’incremento fu votato, la norma regionale  che lo impediva e fissava un nuovo tetto (30 euro) era stata già emanata ma ancora non resa operativa in quanto non pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, dunque c’era una vacatio (il periodo che trascorre tra l’approvazione e l’entrata in vigore della norma). Il comune di Milazzo, invece, fu condannato a pagare 51 mila euro di spese legali.

LO SAPEVI CHE.…L’anno scorso la giunta Midili si è aumentata l’indennità di carica. Dal 2024 il sindaco percepisce 4.830 euro mensili e gli assessori 2.100 (cifre lorde). A rimanere con il vecchio gettone di 30 euro (anche questi lordi) i consiglieri comunali. Nessun partito, fino ad oggi, ha voluto intestarsi la “battaglia” visto che – tra l’altro – l’aumento previsto dalla legge per l’aula sarebbe di pochi euro.

Condividi su
Iscriviti al nuovo canale Whatsapp di Milazzo24.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ultime notizie

Bandiera Lilla per le spiagge di Milazzo, il sopralluogo della commissione per verificare i requisiti

“Bandiera Lilla”, dopo l’adozione della delibera con la quale si approva lo schema di adesione con la cooperativa sociale “Bandiera Lilla” di Savona, unico...

Badminton Milazzo approda al play-off regionale di serie C

Si è svolta la prima fase a gironi valevole per il campionato italiano a squadre di serie C.Doppia vittoria per la squadra del Badminton...

VIDEO. Milazzo, i sommozzatori dei Vigili del fuoco cercano il ragazzo sordo disperso nel mare di Ponente

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Proseguono le ricerche del ragazzo trentacinquenne sordo disperso nel mare di Ponente stamattina intorno a mezzogiorno. Nel tardo pomeriggio, mentre...