Ultimo aggiornamento
sabato, 20 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, l’accesso e il transito di autobus e pullman nel centro cittadino non sarà più libero

- Advertisement -

L’accesso e il transito e della sosta dei minibus, autobus e pullman nel centro cittadino non sarà più libero. La giunta ha approvato una delibera con la quale, richiamando i contenuti del Piano urbano del traffico (Put) ha istituito una ZTL proprio per questa categoria di veicoli. Della restrizione sono esclusi i bus impiegati su servizi di linea per il traporto urbano ed extraurbano.

Un intervento finalizzato a regolamentare il transito di questi mezzi che nel periodo estivo aumenta, rappresentando un fattore di criticità importante per il traffico. Il piano prevede la realizzazione di isole per la sosta breve per salita/discesa passeggeri, in adiacenza al terminal portuale, ed aree di sosta lunga in adiacenza al terminal portuale ed in altra area prossima al centro cittadino, secondo disponibilità.

- Advertisement -

LE VIE INTERESSATE. Nel provvedimento, a firma dell’assessore alla viabilità Francesco Coppolino viene identificata la ZTL che sarà attiva tutti i giorni dalle 00:00 alle 24:00 dal 17 giugno al 30 ottobre, delimitata dai seguenti varchi: per chi proviene da Riviera di Ponente (Via del Marinaio D’Italia, incrocio S. Papino, via Risorgimento, piazza Roma , via Grotta Polifemo, via lmpallomeni, via Umberto I, via C. Colombo, via Marina Garibaldi). Da via Gramsci: (via Tindaro La Rosa e via Bixio, via dei Mille, via Acqueviole). Da via Migliavacca: (via G. Rizzo). Da San Giovanni (via San Giovanni, via Col. Magistri).

Il controllo della ZTL sarà demandato al personale della Polizia Locale ed al personale ausiliario del traffico. Non sono previsti in questa fase sperimentale dispositivi di controllo elettronico. Sarà inoltre posizionata una segnaletica verticale di preavviso in modo da consentire ai mezzi non provvisti di autorizzazione per l’accesso alla ZTL bus di deviare verso altri percorsi esterni alla ZTL stessa. All’interno delle ZTL sono state individuate, nei punti di maggiore afflusso, anche le aree di sosta. Una sarà di sosta breve dove è consentita la sosta per un tempo massimo 15 minuti esclusivamente per le operazioni di salita e discesa dei passeggeri e un’area per la sosta lunga per l’intera giornata. Fissate anche le tariffe, con abbonamenti giornalieri, settimanali e mensili a seconda della scelta dell’area di sosta e della dimensione del bus. Si varia dalle 50 euro alle 175 euro per la sosta giornaliera con riduzioni per veicoli elettrici, full hybrid e a metano. Saranno rilasciati dei Pass acquistati solo ed esclusivamente on line tramite PagoPA accedendo alla relativa sezione dal sito www.comune.milazzo.me.it almeno il giorno prima rispetto al previsto accesso. I possessori di Pass per sosta breve, all’occorrenza, potranno usufruire della parcheggio comunale nell’area di Piazza Marconi dietro pagamento del relativo corrispettivo per costo orario di sosta pagabile tramite le App della sosta.
“Milazzo, adeguandosi a tutte le città turistiche siciliane e italiane, dà attuazione ad un altro intervento previsto dal Piano del traffico – ha detto il sindaco Pippo Midili – d’Italia per limitare gli effetti del traffico nelle zone del centro urbano a tutela della qualità della vita dei residenti”.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

Milazzo, il Consiglio regionale di Italia Nostra all’attacco sul “Muro della vergogna”: «Dalla Soprintendenza nessuna risposta»

Il consiglio regionale di Italia Nostra ritorna a puntare i fari sul muro in cemento realizzato ai piedi del Castello di Milazzo nell'ambito di...

Milazzo, rimpatriata estiva per gli ex alunni della scuola elementare di Bastione

Questa la foto di gruppo della classe '67 della scuola primaria (ma allora, negli anni '70, si chiamava "elementare") di Bastione, che si è...

Milazzo, Fondazione Lucifero: si dimettono il presidente e due consiglieri: «E’ una lotta contro i mulini al vento»

Terremoto alla Fondazione Lucifero: si sono dimessi stamattina con un unico documento il presidente Franco Scicolone e i consiglieri Gino Puglisi e Rosalia Schirò....