Ultimo aggiornamento
sabato, 20 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, l’ex Cinema Liga non si trasformerà in discoteca. Ecco come nasce la fake news

- Advertisement -

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. L’ex cinema Liga non è stato venduto e non diventerà una discoteca. La fake news è diventata virale ma è del tutto destituita di fondamento. E’ quanto risulta a Milazzo 24 che può confermare, però, che la storica struttura, uno dei pezzi di storia del centro cittadino, è stata messa in affitto dai proprietari, la famiglia Milio, con trattative riservate affidate ad una nota agenzia immobiliare.

LE LICENZE E LA DESTINAZIONE D’USO. Difficilmente, però, potrà diventare una discoteca. Per allestire questo tipo di locale nella struttura inaugurata nel 1960 dall’illuminato imprenditore Attilio Liga, alla presenza della soubrette Silvana Pampanini, un eventuale affittuario dovrebbe scontrarsi sia con il muro della burocrazia che difficilmente rilascerebbe le relative licenze in pieno centro (dalla questura al comune di Milazzo), ma principalmente si scontrerebbe con un dispendioso investimento economico per ottenere il cambio di destinazione d’uso da cinema a diversa attività. Il cambio costerebbe oltre 600 mila euro (220 euro a metro cubo). L’ex cinema, infatti, è grande mille metri quadrati con un’altezza ragguardevole. Senza considerare i costi della ristrutturazione.

- Advertisement -

COME NASCE LA FAKE NEWS. Dunque, come è nata questa fake news che nessuno si è preoccupato di verificare con gli attori principali di questa vicenda? Secondo quanto risulta a Milazzo 24 dei giovani imprenditore con interessi nella movida avrebbe chiesto semplici informazioni agli intermediari per verificare la fattibilità del loro “sogno”. Che naturalmente si è infranto immediatamente.

I PROGETTI. Quale sarà, dunque il futuro dell’ex cinema Liga. E’ tutto incerto. Qualche anno fa si parlava di un progetto commissionato ad un noto architetto mamertino che prevedeva la trasformazione del cinema rimasto attivo fino a prima del covid (2018/2019) in un piccolo centro commerciale con tanto di saletta proiezioni in memoria di Liga, ma l’ipotesi al momento è stata accantonata. Al comune di Milazzo qualcuno aveva pensato di acquisire il bene per destinarlo ad un uso pubblico ma anche questa ipotesi non ha avuto seguito.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

Controlli serrati in autostrada, multe per mancato uso delle cinture di sicurezze. Anche per i passeggeri

Controlli serrati nell'autostrada A/18 (Messina - Palermo) da parte deila polizia stradale. Nel corso dell'operazione sono stati 39 i veicoli controllati ed oltre 45...

Milazzo, il Consiglio regionale di Italia Nostra all’attacco sul “Muro della vergogna”: «Dalla Soprintendenza nessuna risposta»

Il consiglio regionale di Italia Nostra ritorna a puntare i fari sul muro in cemento realizzato ai piedi del Castello di Milazzo nell'ambito di...

Respiro internazionale e grande cucina, per la ripartenza dell’Hotel Metropole Taormina. Il nuovo chef è Pasquale Caliri

Inizia con una nuova proprietà la rinascita dell’Hotel Metropole Taormina, grazie all’acquisizione da parte di B.Zar Hotel&Co dell’iconico indirizzo nel cuore di Taormina, celebre...