Ultimo aggiornamento
sabato, 20 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, nasce il Comitato della Gente di mare nel nome di San Francesco di Paola

- Advertisement -

Nasce il Comitato della gente di mare nel nome di San Francesco di Paola. Padre Saverio Cento, Rettore del Santuario San Francesco di Paola di Milazzo e cappellano del Porto di Milazzo, ha riunito nei locali del Santuario le società e imprese marittime impiegate nel porto mamertino, Piloti, Rimorchiatori, Ormeggiatori, Avvisatore marittimo, Agenzie e guardia fuochi Nettunia. «Motivo dell’incontro – spiega Padre Saverio Cento – è il desiderio di intraprendere un percorso di collaborazione tra chi opera nell’ambito marittimo e il Santuario, dove i festeggiamenti della prima domenica di maggio sono soltanto il culmine di un lavoro e iniziative culturali ben più ampio che si intenderanno svolgere durante tutto l’anno. San Francesco, – continua il rettore – esercita il Patronato di tutti i Marittimi d’Italia, delle Associazioni preposte alla Gente di Mare e delle Società di Navigazione, e per una città come Milazzo che fa del porto e del mare il suo punto di riferimento, è fondamentale, per dovere sociale e civico, impegnarsi per la comunità cittadina».
Insieme agli operatori del servizio portuale, l’invito è stato esteso all’Istituto Nautico Leonardo Da Vinci di Milazzo, presente nella figura della Preside Dott.ssa Stefania Scolaro, la cui presenza è ritenuta imprescindibile affinché i giovani futuri marittimi vengano coinvolti alle iniziative culturali ed essere nuovi interpreti per proseguire le tradizioni in forme sempre più rispondenti alle attese dei nostri giovani.
Presenti anche l’Area Marina Protetta Capo Milazzo e il MuMa Museo del Mare Milazzo; enti che fanno della salvaguardia del mare una priorità, una tematica che sta al cuore alla comunità Minima che intende sollecitare la sensibilità dei devoti e la collettività tutta a una più attenta cura dell’ambiente e del Creato, dono di Dio.

«La formazione del comitato – si legge in una nota stampa – si presenta dunque come novità assoluta e svolta storica per la città di Milazzo, aspirando al Santuario come faro della comune vita di fede ed essere il porto sicuro, casa comune. Un luogo dove tutti possano trovare una porta aperta, l’amico, il confidente e con loro Gesù».

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

L’Osservatorio d’Area  per il contrasto alla dispersione scolastica resta a Milazzo. A coordinarlo l’Istituto comprensivo Terzo

L’Osservatorio d’Area  per il contrasto alla dispersione scolastica resta a Milazzo. La decisione è stata formalizzata in un decreto dell’ufficio scolastico regionale per la...

L’indiscrezione. Milazzo, Pronte le dimissioni dell’assessore Impellizzeri. Tra i papabili Natascia Fazzeri, già segretario del Pd

L'INDISCREZIONE. Ancora non c'è nulla di ufficiale ma a Palazzo dell'Aquila in molti giurano che nei prossimi giorni potrebbero esserci novità in giunta. Secondo...

La Commissione Unesco promuove lo studio di una studentessa tredicenne sul patrimonio di Castell’Umberto

La Commissione Nazionale Unesco ha pubblicato sul proprio sito lo studio di una giovane studentessa di Castell'Umberto. Si chiama Rosy Cassarà Scurria ed ha...