Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, odori molesti provenienti dalla zona industriale: malori per gli studenti del Guttuso

- Advertisement -

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Una scena che negli anni scorsi era all’ordine del giorno ma che per fortuna da tempo non si registrava più. Purtroppo martedì scorso, intorno alle 8, un’ondata di odori molesti provenienti dall’adiacente zona industriale ha colpito la zona di via Gramsci dove si trova una sede distaccata del Liceo Guttuso.

Un centinaio di ragazzi (e docenti) hanno avvertito bruciori agli occhi e alla gola a causa di una forte puzza di gas e – contattati i genitori di propria iniziativa – hanno interrotto le lezioni prima del suono della campanella ritornando a casa anzitempo. Qualcuno con problemi respiratori ha dovuto fare ricorso alle cure mediche. La dirigente scolastica Delfina Guidaldi ha contattato la sede locale dell’Arpa, Agenzia regionale protezione ambiente, che è intervenuta nella tarda mattinata quando l’odore acre era quasi svanito. Visto la periodicità degli eventi, sul tetto della scuola sono posizionate delle centraline che dovrebbero rilevare questo tipo di fenomeni. I risultati, però, ancora oggi non sono noti.

Un centinaio di ragazzi e docenti hanno avvertito bruciori agli occhi e alla gola a causa di una forte puzza di gas

- Advertisement -

Sull’argomento è intervenuto Peppe Maimone dell’associazione ambientalista Adasc: «Una situazione che ormai si verifica da troppi anni, con potenziali ripercussioni sullo stato di salute della popolazione – commenta Maimone a Milazzo 24 – in base alle condizioni meteo, in alcune giornate la città di Milazzo è attanagliata da odori molesti. Tale situazione crea un grave pregiudizio per la salute pubblica soprattutto per la popolazione più a rischio. Negli anni passati, grazie a campagne di monitoraggio condotte anche da Arpa, è stato riscontrata la natura e la provenienza di questi odori molesti.

Come sosteniamo da anni – conclude l’esponente dell’Adasc – è indispensabile un potenziamento del sistema di rilevamento della qualità dell’aria nella Città di Milazzo e nel comprensorio del Mela e un adeguamento degli impianti industriali.  Non si può nascondere il sole con la rete, ormai è notorio la provenienza delle puzze ed è indispensabile uno sforzo di tutti i soggetti per risolvere tale annosa problematica».

Condividi su
Iscriviti al nuovo canale Whatsapp di Milazzo24.it

1 commento

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Fili
Fili
14 giorni fa

Tutte minkiate siate onesti a dire la verità che non volevano che i ragazzi avvertissero i genitori che erano esagerati pure.

Ultime notizie

L’ Associazione culturale Città Invisibili compie tre anni. E prepara un programma di eventi culturali estivi

L' Associazione culturale Città Invisibili compie tre anni. E si prepara ad una serie di eventi estivi. «Siamo quasi pronti per il lancio della...

Davide Telleri, è di Milazzo il ballerino che fa….scatenare sul palco Annalisa

E’ di Milazzo il ballerino che fa….scatenare sul palco Annalisa. La popstar di tanti successi come “Sinceramente” e “Bellissima”, infatti, nel corso dell’ultimo tour...

Sempre più vicina l’isola pedonale a Capo Milazzo. Comune chiede alla Lucifero terreni per un parcheggio

Si procede a grandi passi verso l'isola pedonale a Capo Milazzo nel periodo estivo. Tutto dipende dalla Fondazione Lucifero. La proposta lanciata dal sindaco...