Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, seduta consiliare sugli allagamenti. Midili: «Alcune abitazioni si allagano anche perché realizzate sotto la sede stradale

- Advertisement -

Tante criticità e una sola soluzione: un intervento strutturale per il convogliamento delle acque delle acque meteoriche della Piana. Solo così potrà porsi (forse) la parola fine al fenomeno, che in questi ultimi tempi si ripete con maggiore frequenza per l’intensità delle piogge, degli allagamenti. Sino ad allora, occorrerà cercare di fronteggiare la questione con interventi tampone legati alla pulizia delle condotte o delle caditoie, obbligando anche enti (Autorità portuale, Ferrovie) che hanno precise competenze sul territorio. Questo quanto emerso nella seduta straordinaria di consiglio comunale voluta dalla maggioranza consiliare proprio per porre fine a polemiche politiche che sono emerse dopo quanto avvenuto due settimane addietro.

E il sindaco Pippo Midili relazionando dopo gli interventi introduttivi di Antonio Foti, Santi Saraò, Franco Rizzo e Damiano Maisano, ha riferito della  progettazione definitiva, inserita nel piano triennale delle opere pubbliche 2020-2022, già da tempo indirizzata al Commissario del Governo regionale, per l’inserimento nei programmi di finanziamento di interventi cantierabili per l’anno 2021, di un primo stralcio funzionale per circa 18 milioni di euro, riguardante proprio il convogliamento delle acque meteoriche della piana di Milazzo. E in merito proprio Foti ha chiesto al primo cittadino aggiornamenti sulle interlocuzioni con i destinatari, sugli eventuali sviluppi e che parte e ruolo ha avuto la deputazione “al fine di fare chiarezza ai cittadini”.

«la pioggia del 25 febbraio, per consistenza, si colloca all’ottavo posto tra quelle degli ultimi 70 anni»

- Advertisement -

Il consigliere Damiano Maisano nel sottolineare che quello degli allagamenti è un problema che si trascina da anni ha ribadito la necessità di una maggiore attenzione nella pulizia delle caditoie, “tenuto conto che la Caruter ha anche presentato una offerta migliorativa rispetto ai servizi richiesti dal Comune”. Assurdo per Santi Saraò il verificarsi di alluvioni, “in una città che dovrebbe avere il deflusso delle acque in mare”. Dallo stesso un cenno anche alle problematiche ascrivibili a scarichi delle ferrovie e dell’autostrada. Franco Rizzo ha invece sottolineato come rispetto al passato la situazione sia migliorata, nonostante le piogge oggi siano più intense rispetto al passato e nell’ultima occasione non c’è stato alcun allagamento a Ciantro, dove l’Amministrazione è intervenuta.

LA RELAZIONE DEL SINDACO. Il sindaco Midili ha iniziato la sua relazione informando l’Aula che la pioggia del 25 febbraio, per consistenza si colloca all’ottavo posto tra quelle degli ultimi 70 anni “sulla base di dati pluviometrici della Regione siciliana”, ha esordito dicendo di avere riscontrato che nel 1992 le Ferrovie dello Stato impegnavano il Comune a provvedere a effettuare interventi per il convogliamento delle acque, senza che ciò avvenisse e poi riferendosi alla questione di via Feliciata, ha parlato di “abitazioni che si allagano anche perché realizzate sotto la sede stradale, chiudendo con le criticità di Largo Buccari e via Tonnara a causa dei mancati interventi dell’Autorità portuale. 

IL DIBATTITO. A seguire il dibattito. “Questa città da oltre 50 anni è impegnata dalle problematiche alluvionali” –ha detto l’esponente della minoranza, Pippo Crisafulli -, sostenendo che a suo avviso ciò è determinato dalla mancanza di regolare pulizia delle caditoie, griglie e tombini, ed ha sostenuto che “l’amministrazione ha fatto molto poco per la periferia”.   All’Autorità Portuale ha mosso addebiti pure Pippo Doddo per gli interventi nel porto. “una città che è sul mare non si può allagare. Questo è avvenuto perché hanno chiuso il porto”.

In chiusura l’intervento di Lorenzo Italiano che a proposito del convogliamento delle acque ha ricordato che esiste al Comune un progetto redatto dall’ing. Maiolino negli anni ’90, invitando l’Amministrazione a rivolgersi “ai loro rappresentanti politici a Palermo ed a Roma per farselo finanziare”. L’Amministrazione però ha ribattuto che di tale progettualità a palazzo dell’Aquila non c’è traccia.       

Condividi su
Iscriviti al nuovo canale Whatsapp di Milazzo24.it

2 Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
dr. Edoardo Macrì
dr. Edoardo Macrì
1 mese fa

Per la verità la via Feliciata si allaga perchè gli scarichi a mare, ubicati nella spiaggia di Orgaz , si tappano ad ogni mareggiata e così le acque invece di scaricare a mare scaricano su questa via. Gli allagamenti di questa strada sono avvenuti sempre così.

dr. Edoardo Macrì
dr. Edoardo Macrì
1 mese fa

Nella vai Feliciata si allagano anche le abitazioni a piano terra. Infatti in questa via il 3.12.2022, si è registrato 1 metro d’acqua che è entrata, in pari misura, nelle abitazioni .

Ultime notizie

Sant’Opolo, la fonte scomparsa a Capo Milazzo

UN PO' DI STORIA. Fino alla fine degli anni...

Milazzo, tassa sui rifiuti: il consigliere Bagli presenta emendamento per agevolazioni

Il consigliere comunale Massimo Bagli ha presentato una proposta...

Da oltre dieci chiede stipendi arretrati per 130 mila euro: nuovo esposto di un milazzese alla Procura di Reggio Calabria

L'ex dipendente dell'Ato di Barcellona, il milazzese Tonino Puglisi...

Cocktail, Valeria La Fauci dell’istituto Guttuso di Milazzo sul podio del concorso “Lady Amarena Junior Fabbri”

All’Istituto professionale di stato per i servizi di enogastronomia...

Milazzo, l’avvocato Fabrizio Spinelli (Lega) nominato esperto alla Programmazione strategica della città

Come anticipato qualche settimana fa da Milazzo 24, il sindaco Pippo Midili ha conferito all’avvocato Fabrizio Spinelli, l'incarico di esperto alla Programmazione strategica della...

Milazzo, in Marina non solo il Mercatino del cibo sano ma anche dell’Antiquariato e Artigianato

In Marina Garibaldi la seconda e quarta domenica del mese si terrà non solo il Mercatino del Cibo Sano ma anche quello dell'Antiquariato e...

Milazzo, il Garante per l’infanzia incontra i dirigenti scolastici. Presentato il Manifesto dei diritti dei fanciulli

Costruire una rete territoriale interconnesse per poter affrontare in maniera sinergica le problematiche che interessano gli adolescenti ed i giovani. È questo l’obiettivo che...