Ultimo aggiornamento
domenica, 23 Giugno 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Scontro sui parcheggi a spina di pesce in via Col. Magistri. CambiaMente, Milazzo 2020 e Città Futura contro Maisano

- Advertisement -

I gruppi consiliari “Milazzo 2020”, “Città Futura” e “Cambiamente” sono intervenuti in merito alla mozione presentata dal consigliere di minoranza Damiano Maisano sull’ampliamento dei parcheggi in via col. Magistri mediante trasformazione degli stalli lineari in stalli “a spina di pesce” (LEGGI QUI).

“Prendiamo le distanze da chi difende chi infrange la legge e difendiamo la legalità e quindi anche le attività commerciali. Mai ci saremmo immaginati un consigliere comunale che contesta un raddoppio dei parcheggi regolari e gratuito che favoriscono sia i residenti che le attività commerciali, sponsorizzando invece il ritorno alle doppie file ed alla sosta selvaggia in mezzo alla strada che è l’esatto contrario della legalità”. Quando infatti il consigliere Maisano afferma che con questo intervento sono sta-ti eliminati dei parcheggi, sbaglia clamorosamente i calcoli visto che con il sistema “spina di pesce”, i 20 posti sino ad ora disponibili sono raddoppiati, diventando 40. Altro che riduzione! A meno che quando parla di “tagli” di parcheggi si riferisca ai dodici che si consolidano in quella strada, attraverso la ”doppia fila”, pratica purtroppo che nel tempo si è consolidata nella nostra città ma che, vorremmo ricordarlo, rappresenta una infrazione al codice della strada che va punita senza sconti. Ed è davvero paradossale che Maisano accusi l’Amministrazione di voler far chiuderei negozi della zona perché ha tolto questi posti in più, assolutamente abusivi».

- Advertisement -

«Le attività – continuano i consiglieri – chiudono perché si raddoppiano i parcheggi, si dà la possibilità di sostare gratuitamente per un quarto d’ora anche nella vicina piazza 25 Aprile, ma non si lascia la “doppia fila”? Assolutamente senza fondamento è poi l’altro rilievo formulato relativo alla mancanza di sicurezza viaria perché la strada si sarebbe ridotta impedendo il passaggio dei bus. Quel tratto di carreggia-ta era originariamente oltre 12 metri, e con questo intervento mantiene ampia-mente le dimensioni previste da una viabilità normale. Certo impedisce la doppia fila. Ma è proprio questo quello che l’Amministrazione vuole e sin dall’insediamento sta portando avanti per ripristinare, non solo nel settore della viabilità, una legalità che era andata perduta a causa di una anarchia comporta-mentale davvero con pochi eguali in altre città. Ci dispiacerebbe che il consigliere Maisano sia rimasto su questa posizione. A leggere la mozione e la difesa dei commercianti sembra proprio di sì»

2 Commenti

  1. I posteggi vanno regolamentati con il disco orario e vanno anche controllati spesso e i commercianti non si lamenteranno più.
    E’ opportuno non rilasciare alcun pass per la sosta, i residenti devono mettere le auto nei loro garage.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Milazzo, lungomare di Ponente: Vespa travolge pedone. Ferite una ragazza è una donna

Dopo quello tragico di stamattina si è verificato un...

ULTIMA ORA. Milazzo, incidente mortale all’alba. A perdere la vita un sedicenne alla guida di uno scooter

ULTIMA ORA. Incidente mortale stamattina, all'alba, in via Mangiavacca,...

Leggi anche

Il comune di Milazzo aderisce al progetto “Disability card”. Servizi e benefici per i diversamente abili. Come richiederla

A distanza di due anni dall’atto di indirizzo del consiglio comunale promosso dalla consigliera Fabiana Bambaci, l’amministrazione comunale ha aderito al progetto Disability card,...

Milazzo, fiori d’arancio per il consigliere comunale Antonio Amato e Giulia Gitto

Fiori d'arancio in consiglio comunale. Ieri pomeriggio si sono uniti in nozze il consigliere comunale Antonio Amato e la compagna Giulia Gitto. La cerimonia...

La siccità colpisce pure Milazzo, il sindaco Midili lancia l’allarme: «Troppi consumi nelle ore notturne». Calo della distribuzione

La siccità colpisce la Sicilia e Milazzo non è da meno. Quello che sembrava un fatto occasionale si sta rivelando una consuetudine che rischia...