Ultimo aggiornamento
sabato, 20 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Donne ai margini tra l’Unità d’Italia e gli anni 70: a capo del progetto di ricerca nazionale il milazzese Fabio Milazzo

- Advertisement -

Il milazzese Fabio Milazzo è a capo di un progetto di ricerca nazionale del Centro Studi sulla Storia della devianza, del Crimine e della Marginalità (Cesdem), promosso dall’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea di Cuneo. Indaga su donne ai margini, stereotipi di genere, devianze e costruzione del femminile in Italia tra l’Unità e gli anni Settanta del Novecento.

«La violenza maschile contro le donne – si legge in una nota – si è alimentata storicamente grazie a un orizzonte culturale segnato da diseguaglianze sociali e asimmetrie di genere. Lungi dall’essere il frutto di una violenza “naturale”, iscritta istintivamente nei rapporti tra i sessi segnati dal “dominio maschile”, essa va ricondotta alle sue coordinate storiche e culturali. Di esse fanno parte le immagini e le rappresentazioni che la società si è data intorno alla donna, alla sua natura, al ruolo occupato in relazione alla maternità e all’accudimento della prole e al rapporto fra i sessi. A partire dalla seconda metà dell’Ottocento, la riproposizione su base scientifica di consolidati stereotipi misogini, sancì l’inferiorità femminile su base biologica e sancì la costruzione di un’immagine del femminile legittimata dall’adesione a determinati ruoli sociali, a loro volta correlati alle funzioni biologiche inscritte nel corpo della donna. L’adesione o meno a quella che appunto era una definizione culturale di genere sancì il confine tra normalità e devianza femminile».

- Advertisement -

La ricerca indaga le coordinate storiche di questo processo, nell’arco di tempo compreso tra la fine dell’Ottocento e gli anni Settanta dell’Ottocento. Il gruppo di ricerca, costituito da ricercatori provenienti da diverse università italiane e centri di ricerca, è guidato dal direttore scientifico del Cesdem, il docente e ricercatore milazzese Fabio Milazzo (autore del libro: “Il tifo violento in Italia. Teppismo calcistico e ordine pubblico negli stadi (1947-2020)”) e coordinato da Marco Bernardi, dell’Istituto cuneese.

Il progetto, i cui risultati confluiranno in un volume, prevede l’organizzazione di un convegno e una giornata di studi, oltre ad attività rivolte ai docenti e agli alunni della scuola secondaria di secondo grado.

Per chi fosse interessato ad avere maggiori informazioni, può scrivere alla seguente mail: storiaedevianza@gmail.com

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

Controlli serrati in autostrada, multe per mancato uso delle cinture di sicurezze. Anche per i passeggeri

Controlli serrati nell'autostrada A/18 (Messina - Palermo) da parte deila polizia stradale. Nel corso dell'operazione sono stati 39 i veicoli controllati ed oltre 45...

Da Sophia Loren a Gina Lollobrigida. A villa Vaccarino presentazione del libro “Maggiorate. Divismo e celebrità nella Nuova Italia”

IL 2024 è l’anno in cui Sophia Loren compie 90 anni (il 20 settembre) è anche quello in cui a Genova (il 28 e...

Crisi idrica a Milazzo, provvedimento urgente per cercare acqua potabile in contrada Contura

Per fronteggiare la grave emergenza idrica che sta interessando tutto il territorio regionale, l’amministrazione comunale di Milazzo ha disposto di realizzare un nuovo pozzo...