Ultimo aggiornamento
venerdì, 14 Giugno 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, tutti a tutelare Gigliopoli: ma chi difende la Fondazione Lucifero?

- Advertisement -

LA RIFLESSIONE. Riceviamo e pubblichiamo una lettera del nostro lettore Sebastiano Pistorio sulla gestione della Fondazione Lucifero e lo scontro con l’associazione il Giglio. 

Da diverso tempo si registrano con cadenza regolare, degli interventi altisonanti e per lo  più da gruppi di persone, che in verità non dovrebbero avere voce in capitolo, a difesa della associazione il Giglio descritta come vittima di presunte angherie da parte del CdA della Fondazione Lucifero.

- Advertisement -

La realtà è invece completamente diversa rispetto a questa narrazione che tende a mascherare una situazione anomala che vede l’Associazione Il Giglio, priva di qualsiasi copertura contrattuale, che occupa abusivamente i locali di proprietà dell’Ipab (Ente pubblico) dove organizza eventi a pagamento.
Gli introiti che la Associazione il Giglio realizza nel corso dell’anno financo nel periodo natalizio sono ovviamente sgravati dall’onere di fitto locali, perchè avvengono nel sito occupato che è di proprietà della Fondazione Luciifero e, inoltre, usufruiscono, sempre al di fuori di ogni parametro contrattuale, dei  benefici connessi all’utilizzo di una ospitalità che comprende la fruizione di corrente elettrica, gas, telefono e tributi locali.

Detto questo appare doveroso specificare che non è tanto la associazione il Giglio che va difesa, quanto la Fondazione Lucifero che, in realtà, è vittima di una prepotenza commessa da chi vuole esercitare una attività che vanta fini solidaristici ma che sostanzialmente  opera a fini anche economici.

In buona sostanza, da tempo, il CdA della Fondazione mentre cerca di portare alla normalità il rapporto con l’associazione Giglio viene preso di mira da una attività costituita da diverse gruppi di persone che si muovono all’unisono descrivendo chi si adopera per la legalità come il cattivo, mentre chi organizza eventi e festicciole appare come il buono.

La verità, che un giorno potrebbe anche essere processuale, è invece profondamente diversa e chi con grande disinvoltura afferma cattiverie e falsità dovrà ricredersi profondamente sulla bontà del suo operato.

Dott. Sebastiano Pistorio

2 Commenti

  1. La prepotenza del Giglio che a tutti i costi pretende di dover gestire i servizi della Fondazione senza dover partecipare ad un bando pubblico è assurda e fuorilegge.
    Non si capisce perché il Sindaco continua a proteggere questi abusivi .

    • Non sarebbe opportuno fare nomi e cognomi anzichè mantenersi sempre sull’anonimato, evitare fumosità ma esporre fatti concreti?

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Fotografia subacquea, nel weekend a Capo Milazzo gare del campionato regionale

Il prossimo weekend ritornano le gare di fotografia subacquea...

Milazzo, cunicolo militare o rifugio antiaereo? Ritrovamento durante i lavori del nuovo parcheggio multipiano

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Un cunicolo militare, un rifugio...

Milazzo, l’accesso e il transito di autobus e pullman nel centro cittadino non sarà più libero

L’accesso e il transito e della sosta dei minibus,...

Leggi anche

Milazzo, denunciato il giovane che ha aggredito un docente dell’Istituto Da Vinci. La senatrice Bucalo: «Occorre la riforma del voto in condotta»

E' stato individuato e denunciato il diciassettenne che martedì pomeriggio ha aggredito un professore dell'Istituto tecnico Da Vinci di Milazzo. Lo studente avrebbe perso...

Sciopero dell’indotto alla Centrale A2a, Fiom Cgil: «Nonostante l’assenza di Cisl e Uil mobilitazione del 95% degli operai»

Secondo la Fiom Cgl l’adesione allo sciopero di due ore proclamato stamattina nell'indotto della centrale termoelettrica A2A - e che ha visto contrari Cisl...

Un brano musicale del milazzese Fabio Sodano a “Sua Immagine” su Rai Uno

Il programma di Rai Uno "A sua immagine" ieri pomeriggio ha trasmesso un brano musicale del milazzese Fabio Sodano. Si tratta di una versione...