Ultimo aggiornamento
venerdì, 14 Giugno 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Bit di Milano, l’Area Marina protetta Capo Milazzo piace al Medioriente. Molte richieste da parte dei buyer internazionali

- Advertisement -

L’Area Marina Protetta “Capo Milazzo” piace ai buyer internazionali, specialmente quelli del Medioriente, Nord ed est Europa ma anche cinesi. A capeggiare la delegazione mamertina è stato il presidente dell’Amp, Giovanni Mangano con il direttore Giulia Visconti. «Siamo orgogliosi di aver presentato al più importante appuntamento turistico italiano, il promontorio di Capo Milazzo – afferma Mangano – Vogliamo conquistare il nostro spazio in un segmento del turismo che oggi è fondamentale. Capo Milazzo ha tutte le caratteristiche per essere un unicum da offrire a chi ama le bellezze naturalistiche».

A livello internazionale c’è una forte richiesta di circuiti di sentieristica per fare tracking e diving. Lo stand di Milazzo è stato preso letteralmente d’assalto. Molti gli appuntamenti che il direttore Visconti coadiuvato da Peppe Maimone hanno tenuto con tour operator e buyer. Molto interesse da Medioriente, Polonia, Norvegia, Cina. In questi giorni stanno arrivando mail con la richiesta di notizie ancora più dettagliate.

- Advertisement -

L’Amp milazzese è ritenuta interessante perché presenta peculiarità paesaggistiche ed ambientali che lo rendono unico. Le caratteristiche geologiche raccontano di un promontorio suggestivo: insenature, cale e grotte si susseguono tra ricchi giacimenti fossiliferi oggetto d’interesse per ricercatori da tutto il mondo. Un paesaggio stupendo tra grandi Gorgonie bianche, gialle e i grandi ventagli rossi, praterie di Posidonia oceanica e il Corallo nero. 

Alla Bit è stata presentata l’intera offerta turistica, anche della Città di Milazzo, ed in particolar modo le attività che si possono svolgere in Amp quali l’ormeggio nei campi boe, le escursioni lungo le cose del promontorio, le passeggiate nei sentieri naturalistici, le immersioni subacquee. Per la prima volta all’interno di un evento fieristico, è stata presentata la stanza del mare “Lab di Lory” il laboratorio di educazione, sensibilizzazione ed informazione ambientale che permette di immergersi tra i fondali dell’area marina protetta grazie all’uso di visori 3D.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Fotografia subacquea, nel weekend a Capo Milazzo gare del campionato regionale

Il prossimo weekend ritornano le gare di fotografia subacquea...

Milazzo, cunicolo militare o rifugio antiaereo? Ritrovamento durante i lavori del nuovo parcheggio multipiano

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Un cunicolo militare, un rifugio...

Milazzo, l’accesso e il transito di autobus e pullman nel centro cittadino non sarà più libero

L’accesso e il transito e della sosta dei minibus,...

Leggi anche

Fotografia subacquea, nel weekend a Capo Milazzo gare del campionato regionale

Il prossimo weekend ritornano le gare di fotografia subacquea a Milazzo. Doppio appuntamento: Sabato 15 si svolgerà la Capo Milazzo FotoSub Cup, gara selettiva...

Milazzo, incidente mortale in via del Marinaio. Sarà determinante la testimonianza di un’automobilista di Palermo

Sarà la testimonianza decisiva di una automobilista a delineare meglio le dinamiche dell’incidente avvenuto ieri pomeriggio in via del Marinaio d’Italia, in cui ha...

Milazzo, auto in fiamme al residence Le palme di via Ciantro

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Auto in fiamme stanotte al residence "Le palme" di via ciantro 68. Sul posto, verso le 2, sono intervenuti...