Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, in estate il bagno si fa alla Croce di mare: via i rifiuti edilizi abbandonati da 50 anni

- Advertisement -

Iniziati a Croce di Mare i lavori di bonifica dei cosiddetti “sfabbricidi”, ovvero materiale di risulta (pezzi di mattone e di cemento e altri rifiuti inerti) che scaturisce da attività di demolizione o costruzione edilizia  presenti in quell’area da circa 50 anni. In questo modo si potrà creare un’alternativa al classico bagno sul litorale di Ponente.

Ad eseguire i lavori la ditta Gestam s.r.l. di Villafranca Tirrena, con costi che non graveranno sul bilancio comunale. L’Amministrazione infatti è riuscita ad ottenere, partecipando alla manifestazione di interesse emanata dall’ARTA – ufficio Demanio Marittimo, un finanziamento di 33.004,02 euro che verranno utilizzati anche per bonificare altre zone compreso la rimozione di copertoni presenti alla Ngonia Tono.

Prevista la bonifica di altre zone compreso la rimozione di copertoni presenti alla Ngonia Tono.

- Advertisement -


“Si tratta di un ulteriore intervento che su questa specifica tipologia di rifiuto non c’era praticamente mai stato in quella zona – ha detto il sindaco Pippo Midili – che segue l’attività di bonifica straordinaria disposta due anni addietro dall’Amministrazione sempre con mezzi e personale della Gestam ed il supporto dei giardinieri comunali. In quell’occasione fu ripulita l’intera area invasa da erbacce, rifiuti di ogni genere e altro materiale abbandonato da diverso tempo tra i quali i relitti delle imbarcazioni abbandonate. Un segnale che l’Amministrazione vuole dare ai cittadini affinché l’area Croce di Mare, da sempre ostaggio del degrado più assoluto e ritenuto luogo idoneo ad essere trasformato in discarica abusiva di qualsiasi materiale, possa riacquistare quel pregio che viene riconosciuto per le caratteristiche del sito ed essere solo ed esclusivamente un riferimento decoroso per i bagnanti che sono soliti recarsi a mare nella riviera di Levante e che a seguito di questa bonifica potranno frequentarlo in condizioni di maggiore sicurezza” .

Condividi su
Iscriviti al nuovo canale Whatsapp di Milazzo24.it
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ultime notizie

Addio al “signor Maio”. Dalla sua panineria sono passate generazioni di milazzesi. E tanti ricordi

RICORDI. Da qualche anno c’è un’agenzia immobiliare ma quando devo spiegare dove vivo basta dire “ti ricordi dove c’era la panineria Maio?” e immediatamente...

Sempre più vicina l’isola pedonale a Capo Milazzo. Comune chiede alla Lucifero terreni per un parcheggio

Si procede a grandi passi verso l'isola pedonale a Capo Milazzo nel periodo estivo. Tutto dipende dalla Fondazione Lucifero. La proposta lanciata dal sindaco...

L’ Associazione culturale Città Invisibili compie tre anni. E prepara un programma di eventi culturali estivi

L' Associazione culturale Città Invisibili compie tre anni. E si prepara ad una serie di eventi estivi. «Siamo quasi pronti per il lancio della...