Ultimo aggiornamento
domenica, 16 Giugno 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Milazzo, hacker rubano profilo social a politici e medici. Indaga la polizia postale.

- Advertisement -

Dal consigliere comunale Rosario Piraino al presidente del Rotary Attilio Andriolo e al commercialista Melo Martella. Ma anche liberi professionisti molto conosciuti, imprenditori, esponenti delle forze dell’ordine e giovanissimi. A Milazzo nelle ultime settimane si è registrato un numero crescente di segnalazioni di profili hackerati. In Italia sono decine di migliaia i casi.

Il meccanismo è sempre lo stesso: “Ciao. Scusa se ti disturbo con questo, sto gareggiando per un posto come ambasciatore in un programma di influencer online, puoi votarmi per favore?”. Il messaggio inviato tramite messanger, la chat di facebook, arriva da una persona presente nella lista amici alla quale a sua volta è stato sottratto il profilo. Se si chiede chiarimenti arriva la richiesta di cliccare su un link che viene inviato successivamente e, a quel punto, l’hacker prende il possesso della pagina facebook o instagram. Nel caso di Piraino sono state utilizzate anche foto personali con cui si promuovevano investimenti in bitcoin.

- Advertisement -

A Milazzo si sarebbero registrati decine di casi. Qualcuno ha presentato anche una denuncia e – in molti casi – è stato costretto ad aprire un nuovo profilo. «Ho ricevuto il link da un amico commercialista – spiega a Milazzo 24 il consigliere Rosario Piraino – quando mi sono accorto della truffa è stato troppo tardi». Dal profilo – come una catena di Sant’Antonio – a sua volta sono partiti centinaia di altri messaggi simili che hanno interessato molti politici. Il commercialista è Melo Martella. «Sono decine di migliaia i casi in tutta Italia – precisa Martella – ho dovuto pure bloccare la carta di credito perchè l’avevo utilizzata per alcuni pagamenti su facebook. Per fortuna sono riuscito a “salvare” il sito professionale separandolo grazie a dei tecnici che mi assistono. Ho già presentato una denucia alla Procura».

«Ho presentato la denuncia alla polizia postale di Messina – dice a Milazzo 24 il medico Attilio Andriolo, presidente del Rotary di Milazzo – l’obiettivo di questi truffatori è quello di piazzare bitcoin».

1 commento

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

La “peste grande” e la sanità nel XIV secolo a Milazzo. Il primo lazzaretto nella chiesa di S. Marta

UN PO' DI STORIA. Crudelissime pestilenze afflissero la Sicilia...

Milazzo Cult Festival, ad inaugurare c’è Rocco Barbaro con il libro “Frutti diversi”

Primi due appuntamenti nel fine settimana col "Milazzo cult...

Terremoto politico a Milazzo, il sindaco Midili contro tutti: verso l’azzeramento della giunta

La notizia era nell'aria da settimane ma il messaggio...

Milazzo, restyling del piazzale di fronte la stazione ferroviaria: chiusura lavori anticipata di sei mesi

I lavori di restyling del piazzale antistante la stazione...

Leggi anche

Milazzo, restyling del piazzale di fronte la stazione ferroviaria: chiusura lavori anticipata di sei mesi

I lavori di restyling del piazzale antistante la stazione ferroviaria di Milazzo dovrebbe essere ultimato entro dicembre, con sei mesi di anticipo sulla tabella...

Milazzo Cult Festival, ad inaugurare c’è Rocco Barbaro con il libro “Frutti diversi”

Primi due appuntamenti nel fine settimana col "Milazzo cult Festival" organizzato dalla Pro Loco nei giardini di villa Vaccarino. Oggi, sabato 15 giugno, alle...

Milazzo, cunicolo militare o rifugio antiaereo? Ritrovamento durante i lavori del nuovo parcheggio multipiano

STAI LEGGENDO MILAZZO 24. Un cunicolo militare, un rifugio antiaereo o una semplice grotta? Nei giorni sorsi è stato portato alla luce all’interno del...