Ultimo aggiornamento
sabato, 20 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Terremoto politico a Milazzo, il sindaco Midili contro tutti: verso l’azzeramento della giunta

- Advertisement -

La notizia era nell’aria da settimane ma il messaggio è arrivato ieri dopo il consiglio comunale: lunedì saranno avviati una serie di incontri con i partiti di maggioranza e non è escluso l’azzeramento della giunta. Il sindaco di Milazzo Pippo Midili ha perso il suo proverbiale aplomb. Non ha digerito il risultato elettorale delle europee che ha visto Forza Italia superare il suo partito di riferimento, Fratelli d’Italia, alle recenti elezioni Europee.

Ieri la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso: in aula l’ennesima assenza dei consiglieri amici e interventi ritenuti “ostili” dagli stessi supporter. Ed ecco la decisione incontrare le liste che lo supportano per chiedere cosa vogliono fare da grandi in vista delle amministrative, ormai dietro l’angolo.

- Advertisement -

Nel mirino Forza Italia suddiviso in varie anime: i consiglieri vicino al deputato Tommaso Calderone che – per voce del presidente del consiglio Alessandro Oliva – non hanno lesinato critiche e quacuno scalpita per fare l’assessore. L’area che fa riferimento al presidente Schifani compatta nel sostegno al primo cittadino ma spesso “distratta”. L’assessore Angelo Maimone che fa capo al deputato Bernadette Grasso senza riferimento in aula (la nomina è frutto di un accordo elettorale che ha portato alle dimissioni del consigliere Maurizio Capone per fare subentrare Peppe Stagno). Quelli fuori sacco come il capo dell’opposizione Lorenzo Italiano. Qualche scricchiolio anche nelle liste civiche: i fedelissimi cominciano a mostrare “insofferenza”. Una confusione politica che Midili vuole chiarita.

LO SAPEVI CHE….L’enturage di Midili racconta che a far andare su tutte le furie Midili sia stata la foto scattata in aula consiliare di Giuseppe Stagno con la maglietta “Primi a Milazzo” e il simbolo di Forza Italia. Oltre alle fughe di notizie.

7 Commenti

  1. Mi scusino gli Stagno e gli Italiano non capisco se il Berlusconi presidente scritto nella maglietta sarebbe il defunto Silvio o i suoi discendenti. Se fosse il Silvio vi consiglierei di lasciarlo riposare in pace

  2. Ma il sindaco ha pubblicato la sua dichiarazione dei redditi?
    Perchè non pubblicate i redditi dei consiglieri comunali, molti di questi hanno reddito 0. Ma se non sono capaci di pensare a loro come possono pensare di amministrare una città

  3. saranno capaci di fare la lettera O con il bicchiere ?
    Come diceva gaber una limatina oggi e una domani e il livello si abbassa fino ad arrivare ai giorni nostri

  4. Una volta la Politica era fatta da uomini con spessore culturale sicuramente diverso, la colpa è di chi da la preferenza a questi individui.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

Milazzo, quando i lidi si affacciavano nel mare di Levante. A fine ‘800 si andava ai “Bagni Vittoria”

UN PO' DI STORIA. Non sembrerebbe  eppure  la storia degli stabilimenti balneari a Milazzo viene da molto lontano, inizia  addirittura  alla fine dell’800. Il...

Milazzo, Fondazione Lucifero: si dimettono il presidente e due consiglieri: «E’ una lotta contro i mulini al vento»

Terremoto alla Fondazione Lucifero: si sono dimessi stamattina con un unico documento il presidente Franco Scicolone e i consiglieri Gino Puglisi e Rosalia Schirò....

“La mafia è stata abbattuta o semplicemente battuta?“. Oggi convegno con il Procuratore Capo Verzera al Comune di Milazzo

“La mafia è stata abbattuta o semplicemente battuta?“. E' questo il tema del convegno organizzato dall’associazione “Sciarpa Bianca“, oggi, 19 luglio, alle 16, nell'aula...