Ultimo aggiornamento
sabato, 20 Luglio 2024

Fondato da Gianfranco Cusumano

Il Museo del Mare di Milazzo ospita la mostra “Meditazione” con le tele di Maurizio Cannavacciuolo

- Advertisement -

Domenica 14 aprile, alle ore 11, sarà inaugurata al Museo del Mare di Milazzo, all’interno del Castello, la mostra d’arte “Meditazioni” di Maurizio Cannavacciuolo.

“Il progetto di Maurizio Cannavacciuolo per il Museo del Mare di Milazzo – afferma Carmelo Isgrò, direttore del Mu.Ma – si basa su due dipinti olio su tela che propongono una meditazione stilizzata sul rapporto tra natura e distruzione, in linea con i valori e le iniziative promosse dal MuMA. La cittadinanza è invitata a partecipare” afferma Carmelo Isgrò, direttore del Museo del Mare.

- Advertisement -

La mostra si potrà visitare fino al 12 maggio.

“Abbiamo pensato di associare all’inaugurazione un momento di dialogo con la comunità locale di artisti, studiosi, professionisti sensibili ai temi della sostenibilità ambientale, della cittadinanza attiva, del ruolo dei linguaggi artistici per un’educazione dello sguardo in grado di andare oltre la superficie, verso l’incontro con l’altro” spiegano Federico Nastasi e Katia Trifirò, curatori della mostra. Oltre all’esposizione e al dialogo, è previsto un momento musicale, un meditation concert, della violoncellista Bronagh Slevin. 

Maurizio Cannavacciuolo, nato nel 1954 a Napoli, vive e lavora a Roma. Negli anni ’70 lascia incompiuti gli studi di architettura e inizia il suo lavoro come artista autodidatta facendo le sue prime esperienze artistiche con la galleria di Lucio Amelio. Da allora è attivo sulla scena artistica internazionale. La sua ricerca iconografica e concettuale naviga tra horror vacui e umorismo teatrale dell’assurdo, una visione ironica dell’arte e della vita che però non finisce mai di essere profonda, guidandoci verso la meditazione, il tutto reso fruibile da uno stile pittorico intriso della tradizione mediterranea e con influenze mediorientali. Ha esposto in numerosi contesti nazionali ed internazionali tra cui New York, Londra, Bruxelles, Budapest, La Havana, Francoforte. Alcune sue opere sono conservate presso le collezioni della Farnesina e nella Camera dei Deputati di Roma e nella stazione “Cilea – Quattro giornate” della metropolitana di Napoli.

Commenta questo articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime notizie

Leggi anche

Respiro internazionale e grande cucina, per la ripartenza dell’Hotel Metropole Taormina. Il nuovo chef è Pasquale Caliri

Inizia con una nuova proprietà la rinascita dell’Hotel Metropole Taormina, grazie all’acquisizione da parte di B.Zar Hotel&Co dell’iconico indirizzo nel cuore di Taormina, celebre...

Crisi idrica a Milazzo, provvedimento urgente per cercare acqua potabile in contrada Contura

Per fronteggiare la grave emergenza idrica che sta interessando tutto il territorio regionale, l’amministrazione comunale di Milazzo ha disposto di realizzare un nuovo pozzo...

Da Sophia Loren a Gina Lollobrigida. A villa Vaccarino presentazione del libro “Maggiorate. Divismo e celebrità nella Nuova Italia”

IL 2024 è l’anno in cui Sophia Loren compie 90 anni (il 20 settembre) è anche quello in cui a Genova (il 28 e...